Case Histories

Esempi di interventi in contenziosi internazionali

Caso 140005WOS – Incidente di trasporto

Il caso


Un’azienda Italiana specializzata in elettronica, aveva commissionato un ordine ad un noto produttore Cinese con il quale intratteneva abitualmente rapporti commerciali.

La merce veniva regolarmente spedita ma, in fase di navigazione, sulla nave si sviluppava un incendio. L’incidente creava  gravi danni oltre che alla nave anche a gran parte del materiale acquistato dall’azienda Italiana, rendendolo inutilizzabile ai fini commerciali.

Nonostante la notizia dell’incidente a bordo della nave fosse diventata di pubblico dominio, l’azienda Italiana assumeva la veste di debitrice nei confronti del fornitore Cinese per un ammontare complessivo di un milione di dollari.

Inoltre risultava essere stata iscritta su una “Blacklist” che le impediva di operare sul mercato Cinese.

Intervento


WayOut Strategy analizzava attentamente le varie possibilità e dopo una accurata riflessione insieme al cliente, si optava per una negoziazione sulla base di un piano di rientro quantificato in relazione alla merce che si riusciva a recuperare dopo l’incidente.

La transazione, grazie anche al network internazionale di professionisti del quale WayOut Strategy dispone, lasciava tutti soddisfatti.

Con un’azione tempestiva e con i giusti contatti in loco entrambe le parti hanno evitato così un ulteriore dispendio di tempo e di risorse senza avere la necessità di ricorre ad un’azione legale.

Inoltre è stato poi riabilitato il nome dell’azienda Italiana sul mercato Cinese, in quanto rimossa dalla “blacklist” così come concordato nella negoziazione.

Tipologia di intervento


MEDIAZIONE0%

RELAZIONE INTERNAZIONALE0%

GESTIONE CRITICITA'0%

RIABILITAZIONE COMMERCIALE0%

Caso 180007WOS – Sblocco e ricollocazione merci

Il caso


Un produttore di pneumatici Coreano intratteneva relazioni commerciali con un grossista Italiano.

Nell’ultima fornitura effettuata, i container risultavano fermi nel porto di sbarco ed il venditore non aveva più notizie dal compratore.

 

Intervento


Operate le necessarie indagini si veniva a conoscenza che, mentre la merce era in viaggio verso l’Italia, il grossista veniva dichiarato fallito.

Si provvedeva poi ad informare l’azienda produttrice sullo stato dei fatti, inviando alla stessa idonea documentazione probatoria.

WayOut Strategy proponeva al cliente una strategia per ricollocare la merce ad un terzo compratore prima che la stessa venisse dichiarata in stato di abbandono.

Si avviava così una negoziazione con l’autorità portuale in Italia per far fronte ai costi di giacenza.

Nel frattempo veniva individuato un nuovo compratore che decideva di subentrare nell’affare acquisendo l’itero carico, dando così modo al produttore di portare a compimento l’affare evitando consistenti perdite economiche.

Tipologia di intervento


INDAGINE COMMERCIALE0%

NEGOZIAZIONE0%

INDIVIDUAZIONE ACQUIRENTE0%

Caso 220009WOS – Frode commerciale

Il caso


Un produttore tessile Cinese intratteneva da oltre un anno relazioni commerciali con un grossista Italiano.

Il grossista era solito commissionare piccoli ordini pagando sempre la merce nei termini stabiliti.

Improvvisamente l’azienda Italiana commissionava un ordine per un grosso quantitativo di stoffe e chiedeva un termine di pagamento di 60 giorni.

Il venditore Cinese, forte del consolidato business con il grossista, decideva di consegnare la merce accettando anche i termini differiti di pagamento.

La merce arrivava a destinazione e veniva regolarmente ritirata. Subito dopo Il grossista diventava irrintracciabile.

 

Intervento


WayOut Strategy veniva incaricata per il recupero del credito.

Tutti i tentativi di contattare il debitore risultavano vani, i numeri di telefono non erano più attivi e non veniva dato alcun riscontro alle lettere inviate dagli avvocati.

WayOut Strategy continuava ad investigare, si decideva di fare una verifica alla sede legale del debitore e si constatava che non vi era alcuna traccia dell’azienda.

Dopo pochi giorni dalla verifica, l’azienda debitrice entrava in liquidazione volontaria.

Dai risultati dell’investigazione e da ulteriori informazioni raccolte da WayOut Strategy, risultava ormai chiaro che si trattasse di una frode nei confronti del produttore.

WayOut Strategy ha prontamente informato il suo cliente Inviando tutti i dati raccolti(fotografie,nomi,contatti ecc.).

Il cliente veniva così messo nella condizione di concordare la strategia con la propria compagnia di assicurazioni, limitando i danni.

Tipologia di intervento


ATTIVITA' INVESTIGATIVA0%

LIMITAZIONE DANNI0%

Caso 330015WOS – Recupero credito internazionale

Il caso


Un produttore di materie plastiche Americano forniva regolarmente prodotti ad un grossista Spagnolo. Tra le due aziende sussisteva una solida collaborazione da molti anni.

Improvvisamente si verificava uno stop ai pagamenti delle fatture.

Le e-mail inviate dal produttore non ricevevano risposta e, dalle telefonate, risultava evidente che il referente dell’azienda Italiana stesse evitando qualsiasi tipo di contatto.

 

 

Intervento


Si avviavano i contatti con l’azienda debitrice e in breve tempo si riusciva a fissare un incontro con il legale rappresentante.

Parallelamente WayOut Strategy svolgeva alcune indagini per raccogliere informazioni sull’azienda debitrice.

Si veniva a conoscenza del fatto che il grossista versava in una grave crisi di natura finanziaria.

Il giorno dell’incontro la circostanza veniva confermata dal legale rappresentante, il quale aveva però manifestato la volontà di far fronte al suo debito in modo da continuare ad intrattenere relazioni commerciali con il produttore. Si avviava così una negoziazione con il debitore.

WayOut Strategy informava il suo cliente sullo stato dei fatti e comunicava la volontà dell’azienda debitrice. Dopo alcuni giorni di trattative, veniva inviata dall’azienda debitrice una proposta ufficiale di rientro del debito, strutturata in sei rate mensili per il pagamento dell’importo totale.

Si provvedeva ad informare il cliente e si consigliava che, considerato lo stato dei fatti, l’opzione di una lunga e dispendiosa azione legale non avrebbe portato a maggiori risultati. Quella della transazione risultava essere la miglior strategia da adottare.

L’azienda Statunitense accettava dunque la proposta di rientro del grossista e il debito veniva estinto nei termini concordati. Successivamente, il grossista Spagnolo risolveva pian piano i suoi problemi finanziari e i rapporti commerciali tra le due aziende venivano ripristinati.

La conoscenza del mercato nazionale e le modalità di approccio messe in campo da WayOut Strategy, sono stati i fattori chiave per il raggiungimento del risultato.

Tipologia di intervento


NEGOZIAZIONE INTERNAZIONALE0%

INDAGINE COMMERCIALE0%

CONSULENZA LEGALE0%

RECUPERO DEL CREDITO0%

POSSIAMO ESSERE UTILI ANCHE  TE?